Tante settimane di intenso lavoro ben ripagate per i ragazzi del movimento Sezze Bene Comune, con il doppio evento che si è svolto sabato scorso nella sede dell’Associazione Quinqunx. Numerosi gli apprezzamenti e i complimenti per la mostra di fotografie realizzate dai ragazzi di SBC e da altri che hanno condiviso i loro scatti con le pagine social Sezze 2.0, ma soprattutto per la presentazione del lavoro svolto come conclusione dell’iniziativa “Di’ la tua”.

Su 14 cartelloni sono stati esposti i biglietti più interessanti scritti dai cittadini in risposta alla domanda: “Cosa vorresti per una Sezze migliore?” Successivamente è stato proiettato un video-riassunto dell’iniziativa. Ed è proprio sulle note di “My city of ruins” di Bruce Springsteen che l’emozione nella stanza, con la complicità del silenzio e dell’attenzione di tutti, si è fatta palpabile: le foto di alcune bellezze deturpate, trascurate, abbandonate hanno invitato a far riflettere tutti su che cosa ognuno può fare per cambiare il paese.

Una delle responsabili dell’iniziativa ha spiegato come i ragazzi si sono avvicinati al movimento: «Siamo un gruppo di giovani che ha iniziato a porsi delle domande sul nostro paese e a cercare delle risposte; forse per caso ci siamo trovati in quello che si è dimostrato essere il posto giusto al momento giusto. Non vogliamo starcene a guardare mentre Sezze annega nella sua stessa terra, mentre le bellezze di questi luoghi vengono deturpate, i beni storici trascurati, la natura distrutta, le tradizioni perse». L’evento si è concluso dopo un dibattito in cui sono intervenute anche personalità non del luogo, che hanno sottolineato diverse problematiche.