Dovrà essere interrato nello stesso terreno in cui giace, di proprietà di un 81enne residente a Roma, il cavallo soppresso lo scorso 26 dicembre in località Longara, alle porte di Sezze. È quanto ha stabilito il sindaco Andrea Campoli, che giovedì scorso ha firmato l’ordinanza dopo la relazione della Azienda sanitaria locale di Latina - Dipartimento di prevenzione Uoc Sanità animale - di rimozione e smaltimento della carcassa dell’animale morto per eutanasia in seguito a grave frattura e ferita esposta e infetta all’arto posteriore sinistro. Il cavallo, una femmina meticcio del peso stimato di 450 chilogrammi, probabilmente si era ferito proprio scavalcando la recinzione del terreno, costringendo il personale dell’Azienda sanitaria ad abbatterlo.