Non è soltanto l'assonanza del nome e la similarità del simbolo che unisce la neonata formazione di Grande Sezze all'esperienza di impegno politico-amministrativo ormai ultraquinquennale di Grande Bassiano, animata da Giuseppe Fonisto. È la prima precisazione che Giuseppe Ceritello, portavoce del movimento, fa durante la presentazione, avvenuta nei giorni scorsi, del movimento civico che, secondo lui, rappresenta l'unica novità delle prossime elezioni amministrative: «La decisione di essere in campo nasce dalla convinzione che è inutile lamentarsi perché le cose non cambiano, senza poi fare nulla per determinare il cambiamento. Ci teniamo a sottolineare la nostra diversità e la nostra distanza da chi ha amministrato Sezze con i risultati che sono sotto agli occhi di tutti. Un primo significativo impegno che ci sentiamo di assumere è quello di rinunciare a qualsiasi emolumento, gettone, indennità di carica e rimborso, garantendo che sindaco, Giunta e consiglieri non costino assolutamente nulla alle casse comunali. Ci piacerebbe che da subito dessero lo stesso esempio, assumendo lo stesso impegno, tutti gli altri rappresentanti della politica locale, per poter insieme affermare il principio, non tanto della riduzione dei costi della politica, ma quello più qualificante del loro azzeramento». All'iniziativa hanno aderito giovani e anziani, professionisti, imprenditori, operai, donne che hanno sottolineato l'indipendenza dalle precedenti esperienze amministrative e l'apertura del movimento al confronto con chiunque ne condivida lo spirito.