Il dialogo è l’unico metodo per prepararci a essere protagonisti nella prossima campagna elettorale e, per questo, continuiamo a confrontarci e a ricevere stimoli e segnalazioni dai tanti cittadini che si stanno avvicinando a noi. Vogliamo da subito porre al centro del dibattito le esigenze più sentite dai cittadini». Questo lo spirito del movimento Grande Sezze, che entra nel merito con Angelo Pagliaroli: «L’amministrazione che verrà dovrà affrontare e risolvere la questione del parcheggio, prevedendo sostanziali agevolazioni per i residenti che, oggi, si vedono costretti a pagare le normali tariffe. Sezze ha scelto di non seguire l’esempio di città che consentono ai residenti di fruire di tariffe e abbonamenti agevolati, penalizzando chi ha scelto, nonostante le tante difficoltà, di rimanere a vivere nel centro storico. Viene da chiedersi se anche questa opzione non abbia contribuito prima allo svuotamento, e poi alla sostituzione, con gli immigrati della popolazione residente nelle zone della città dove l’esigenza del parcheggio è maggiormente sentita. È nostra opinione che lo sviluppo passi attraverso un ordinato incremento demografico, accompagnato da un’accresciuta qualità dei servizi offerti dalle istituzioni, innescando un circolo virtuoso tra aumento della popolazione e maggiore disponibilità di servizi. Le chiusure di tanti esercizi commerciali riteniamo siano da attribuire alla mancanza di un efficiente piano per la viabilità. Ci piacerebbe che, come noi, gli altri protagonisti di questa fase della vita cittadina anteponessero programmi e idee a lotte di potere e personalismi».