Allarme sciopero rientrato per le dipendenti della cooperativa “Le Quadrelle”, che si occupa della gestione del servizio mensa. Dopo un lungo tira e molla tra le lavoratrici, il Comune e la cooperativa, infatti, nella giornata di venerdì sono state finalmente pagate le spettanze relative ai mesi di novembre e dicembre dello scorso anno, compresa la tredicesima. Ad assicurarlo gli uffici comunali, che hanno seguito con attenzione la vicenda dopo una lunga serie di interrogazioni, tutte firmate dal consigliere Roberto Reginaldi, e dopo che le stesse dipendenti della cooperativa avevano presenziato all’ultimo Consiglio comunale, facendo valere in aula le proprie problematiche, tutte di natura economica, con la cooperativa, minacciando di incrociare le braccia già da lunedì prossimo. La situazione paradossale riferita da circa una ventina di dipendenti era quella di dover lavorare per evitare il licenziamento. Altrettanto paradossale la situazione del rapporto di lavoro tra Comune e cooperativa. Il sindaco Campoli aveva confermato le difficoltà de Le Quadrelle, con un debito nei confronti di Equitalia di circa 160mila euro, ma allo stesso tempo aveva confessato le difficoltà del Comune di sciogliere la convenzione. Questo stato di cose esigeva una presa di posizione delle dipendenti, che quindi avevano optato per lo sciopero, scongiurato sul filo di lana grazie alla decisione della cooperativa di saldare le spettanze. Il problema, nonostante la situazione sia tornata alla normalità, resta comunque. E la situazione andrà monitorata per evitare che i ritardi nei pagamenti si accumulino e che le dipendenti restino sole a condurre questa battaglia, nonostante il sostegno del Partito Comunista Italiano.