Tornano ad interessarsi degli incarichi affidati dal Comune ai professionisti, nel caso specifico ingegneri e architetti, gli esponenti della minoranza consiliare setina (Di Palma, Brandolini, Moraldo e Reginaldi), che ieri mattina hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta relativa all'affidamento di incarichi di servizi di ingegneria e architettura fino a 40.000 euro. Sulla base della documentazione acquisita dagli esponenti dell’opposizione (la lista dei professionisti accreditati e inseriti in apposito elenco, 102 in tutto, con specifico riferimento al tipo di servizio professionale richiesto; l’elenco di incarichi in corso, fornito in modo disaggregato, senza riferimento agli importi; l’elenco delle determinazioni del settore Lavori Pubblici di conferimento di incarichi a partire dal 2013 e l’elenco di consulenze ed incarichi al 30/06/2016, con riferimento agli importi, dalla sezione "Amministrazione Trasparente" del sito del Comune di Sezze), i consiglieri hanno potuto rilevare alcune anomalie, tra le quali la mancata organizzazione dei dati, l'incompletezza dell'elenco delle consulenze pubblicato del sito del Comune, la concentrazione di incarichi su alcuni professionisti, il contemporaneo affidamento di incarichi a termine con incarichi a prestazione e l’assenza di alcuni incarichi notoriamente affidati. Secondo gli esponenti dell’opposizione emergerebbe con chiarezza la mancata osservanza del rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, oltre ai principi di rotazione e di concorrenza. Da qui la necessità di ottenere una risposta scritta circa le motivazioni che avrebbero determinato la concentrazione di incarichi solo nei confronti di alcuni professionisti e per quale motivo la parte del sito istituzionale relativa all’Amministrazione Trasparente non venga aggiornata come si dovrebbe.