I debiti ci sono ancora, il Comune è uscito dal dissesto perché si è conclusa la fase giuridica dei cinque anni previsti dalla dichiarazione del fallimento dell’ente. I nodi torneranno al pettine, ne è sicuro il consigliere di opposizione Davide Di Leo, che in materia finanziaria ha più di qualche critica nei confronti della giunta del sindaco Nicola Procaccini. Nella conferenza stampa di fine anno il primo cittadino aveva annunciato che il Comune era formalmente uscito dal dissesto. Un cammino lungo e difficile ma che - aveva spiegato Procaccini - aveva fatto scendere il debito dai 116 milioni accertati ai circa 9 milioni rimanenti.
Eppure, sottolinea la minoranza, qualcosa non torna. E no, perché all’appello manca il rendiconto finanziario del 2010, quello che certifica il monte debiti dell’ente al momento della dichiarazione del default. 

L'articolo completo in edicola con Latina oggi (9 gennaio 2017)