Vuole sapere chi lavora per conto dell’Azienda speciale, con quale tipologia di contratto sia assunto o collabori, e da quanto tempo. Insomma, vuole una fotografia dell’organico dell’ente strumentale e delle attività svolte per il Comune di Terracina. Il consigliere comunale della lista “Corradini sindaco” Davide Di Leo ha protocollato una richiesta di accesso agli atti. L’iniziativa dell’esponente di minoranza intende chiarire aspetti evidentemente poco chiari nella gestione dell’ente strumentale. Essendo molteplici le funzioni svolte dall’Azienda speciale - si legge nella richiesta firmata da Di Leo - si vuole conoscere in modo specifico anche chi sia in servizio con contratti a chiamata, retribuito attraverso il sistema dei voucher. Ora si attende che il Comune e l’Azienda speciale forniscano le “carte” richieste. La mossa successiva potrebbe essere quella di ulteriori chiarimenti alla giunta o in Consiglio comunale.