Venti provvedimenti in un mese. Quasi uno al giorno. Questo il preoccupante consuntivo della polizia locale di Terracina che nel mese di novembre ha fatto registrare, nonostante l’organico ridotto, una raffica di sanzioni e denunce per reati edilizi. Privilegiate, come sempre, le periferie difficilmente controllabili. Gli uomini del maggiore Fernando Di Crescenzo, alla guida del comando di via Sarti, hanno rilevato abusi a Borgo Hermada, sulla provinciale per San Felice Circeo, all’interno di hotel pensione, ma anche in via La Neve, a due passi dal centro, e a piazza della Repubblica. I reati contestati quasi sempre sono l’assenza di titoli edificatori. Nessun permesso, nessuna carta, ampliamenti, installazione di strutture totalmente fai da te, senza consultare gli uffici e produrre i documenti. Nei residence estivi, nelle campagne, su via Badino Vecchia e perfino sulla spiaggia di Levante, sulla via Appia appena fuori dalla città, sono stati riscontrati degli illeciti. Non manca il lungomare.