Come al solito aveva lasciato la carrozzella elettrica davanti alla sua abitazione prima di salire in casa con l’aiuto dei familiari. Ma quando ieri mattina, come d’abitudine, era sceso per prendere il veicolo elettrico con cui si sposta, non ha trovato nulla. Qualcuno in piena notte si era impossessato della motocarrozzina senza farsi troppi scrupoli sulle conseguenze di questo atto. Al malcapitato, un anziano con problemi di deambulazione, non è rimasta altra scelta che dirigersi in caserma e denunciare tutto ai carabinieri. Affranto per l’accaduto, ha chiesto aiuto ai militari dell’Arma che, considerata la gravità dell’episodio, si sono attivati immediatamente. Le indagini condotte dai carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Antonio Ciulla, hanno trovato ben presto l’inaspettata e volenterosa collaborazione di numerosi residenti. Quando si è sparsa la notizia del furto in molti si sono dati da fare per contribuire in qualche modo alle ricerche. Fino a quando, in tarda mattinata, non è arrivata la buona notizia. La carrozzina era stata gettata in un terreno neppure troppo lontano dal luogo in cui era stata prelevata, nelle vicinanze dell’ospedale “Fiorini”. Funzionante, il macchinario è stato quindi riconsegnato al proprietario.