Doveva rispondere dell’accusa di aver maltrattato la mamma e di un incendio in casa avvenuto nel centro di Terracina lo scorso giugno. Ieri mattina i giudici hanno condannato a cinque anni un uomo di Terracina a conclusione dell’udienza che si è svolta nell’aula penale del tribunale di Latina. Per l’imputato era stato chiesto il rito abbreviato condizionato a una perizia ma il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario ha respinto l’istanza della difesa. Il processo si è quindi svolto seguendo il rito abbreviato senza condizioni. Il pubblico ministero Valerio De Luca aveva proposto una pena a tre anni e sei mesi ma il giudice ha stabilito una pena più severa. L’imputato è stato infatti condannato a cinque anni.