"Giù le mani dalle periferie. Tagliare i bus scolastici è un errore che l'amministrazione comunale non deve commettere". Sono i consiglieri di Forza Italia Massimiliano Tocci e Ilaria Marangoni a chiedere che sul servizio di trasporto pubblico non vengano fatti tagli a discapito dei più deboli. La questione riguarda i bambini residenti nella periferia di Terracina e che per motivi di comodità frequentano le scuole di Borgo Vodice, Sabaudia o San Felice Circeo. “Il problema riguarda le zone periferiche tanto quanto quelle centrali: alcune famiglie hanno la necessità di mandare i propri figli in un determinato plesso scolastico, e spesso tale scelta è legata prettamente ad esigenze familiari” afferma Tocci.
In particolare la questione riguarda da vicino i territori confinanti con Sabaudia, come sottolinea Marangoni: “Il plesso di Borgo Vodice ha da sempre ospitato numerosi bambini residenti a Terracina e provenienti da zone limitrofe. Attualmente parliamo di circa 120 iscritti, incentivati a frequentare quella scuola non solo per la comodità di avere un servizio di trasporto garantito o per vicinanza geografica, ma anche perché integrati nel tessuto culturale e sociale del Borgo. Personalmente credo non sia giusto chiedere alle famiglie di cambiare le proprie abitudini né tanto meno chiedere a dei bambini in formazione di allontanarsi dalle proprie amicizie e dalla stabilità creatasi”.