Da giorni gli escrementi stazionano sotto il portico, proprio ai piedi dell'omaggio allo scrittore che celebrò Terracina nei suoi scritti