Arresto convalidato e custodia cautelare in carcere per la nigeriana arrestata a Terracina con l'accusa di aver aggredito una donna tentando di rapinarla. A emettere la misura cautelare, al termine dell'interrogatorio in cui la 26enne Blassing Endurance ha cercato di ridimensionare l'accaduto, è stato il gip Giuseppe Cario.

La giovane nigeriana è accusata di aver tentato di rapinare una 47enne che, mentre passeggiava, veniva afferrata alle spalle dalla straniera e colpita con calci e pugni nel tentativo di sottrarle il telefono cellulare. Alla scena assisteva un 72enne, che accorreva in soccorso della malcapitata, evitandole il peggio, ma purtroppo egli stesso, non riuscendo a contenere la straniera, diveniva oggetto di percosse e morsi. In un’escalation di aggressività la nigeriana si era munita anche di un fondo di bottiglia che brandiva verso le due vittime con il chiaro intento di ferirle. Intervenuti due equipaggi della squadra anticrimine del commissariato di Terracina,  Blessing Endurance è stata quindi arrestata.