L’ultimo episodio dell’incredibile saga del centro sociale “Gli anziani” si scrive in questi giorni. Tra lo stupore e la rabbia i soci del centro ospitato nei locali di villa Tomassini hanno saputo che per i prossimi giorni i locali non potranno essere disponibili. Tutti fuori, da un giorno all’altro. Questo perché il Comune utilizzerà la sede come quartier generale per i ciclisti che partecipano alla Gran fondo New Tork Italia prevista nel weekend. Una bellissima iniziativa, ci mancherebbe. Ma mettere alla porta gli oltre cento soci che quotidianamente frequentano la struttura forse doveva essere evitato. «È pura follia» sbotta Lino Bucci, segretario generale di Spi-Cgil. Il sindacato che si batte per la tutela degli anziani non ci sta e torna a denunciare l’inefficienza di un’amministrazione comunale «incapace di gestire un evento conosciuto da mesi». Possibile - si chiede Bucci - che fino all’ultimo momento non si è stati in grado di organizzarsi e che ci si è ridotti a sfrattare di punto in bianco gli anziani dalla loro sede? Il sindacato ritiene quanto accaduto «eticamente da condannare, politicamente errato e umanamente riprovevole». Parole durissime che seguono una sequenza interminabile di accuse all’amministrazione comunale dopo anni di lotte per avere una sede. Quella del centro “Gli anziani”, come si ricorderà, non è infatti una storia che comincia oggi. Da cinque anni i soci combattono una battaglia quotidiana e solo da pochi mesi si è riusciti a ottenere una sede adeguata, o comunque migliore dei locali seminterrati della scuola di via Leopardi.
Bucci si rivolge al sindaco Nicola Procaccini, al dipartimento delle politiche sociali, pure all’Azienda speciale. «Qualcuno - si legge in una nota - ha voluto fare bella figura sulla pelle degli anziani, persone che aspettano il pomeriggio per recarsi in quella sede per trascorrere in compagnia e serenità qualche ora con gli amici». Nulla contro la kermesse sportiva, dunque, ma contro le voragini gestionali del Comune. Secondo il sindacato c’erano altre location per risolvere la questione. Forse, però, è mancata la volontà.