Nove mesi fa Nicola Procaccini si aggiudicava il ballottaggio che gli consegnava per la seconda volta le chiavi della città. Di mezzo c’era stato un anno di interregno dopo la sfiducia e il governo del commissario prefettizio. Era la notte tra il 19 e il 20 giugno. A nove mesi esatti dalla sua elezione è tempo di primi bilanci. Dissesto finanziario, equilibri politici, raccolta dei rifiuti: in un'intervista il primo cittadino ci parla di come uscire dal default economico, lancia la candidatura di Gianfranco Sciscione alle elezioni regionali e informa sull'avvio del servizio di videosorveglianza.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (20 marzo 2017)