Ha cagionato serie ferite alla moglie, sia tentando di investirla con la macchina che con un taglio al padiglione auricolare sinistro. Poi ha tentato il suicidio e, infine, è stato arrestato dai carabinieri.

E' questa la storia di un uomo classe 1969, originario della provincia di Napoli ma abitante nel centro lepino, che è ora accusato del tentato omicidio della moglie, una donna classe 1976.

Tutto è accaduto in strada, fuori dalla casa dei coniugi: con una Ford Focus, l'uomo ha tentato di investire la moglie e, dopo averle cagionato delle lesioni multiple, si è dato alla fuga.

I carabinieri, intervenuti insieme al 118, si sono messi sulle sue tracce e lo hanno rintracciato a bordo dell'auto in via Antonio Gramsci: qui, lo stesso presentava tagli ai polsi e alla gola, con una grave emorragia in corso.

Di conseguenza, sia l'uomo che la donna sono stati trasferiti d'urgenza all'ospedale di Colleferro, dove sono stati operati e poi ricoverati. Per loro, non dovrebbe esserci pericolo di vita.

I carabinieri delle stazioni di Artena e Valmontone stanno piantonando l'uomo nel nosocomio. Nel frattempo, anche l'auto è stata sequestrata.