Come ogni anno, domenica 22 gennaio sono in programma le cerimonie di commemorazione del 73esimo anniversario del bombardamento che colpì la città di Velletri in concomitanza con lo Sbarco degli Alleati sulle coste di Anzio e Nettuno.

Nello specifico, alle 9.45, il Comune di Velletri - in persona del sindaco Fausto Servadio - ha disposto il raduno del Gonfalone della città e dei labari delle associazioni militari, oltre che delle autorità e delle varie rappresentanze, all’interno del sagrato della Chiesa di Sant’Antonio Abate, nel cuore del centro storico basso, in via San Francesco.

In tale edificio di culto, vista la concomitanza con le celebrazioni in onore del Santo patrono, il vescovo diocesano, monsignor Vincenzo Apicella, celebrerà una Santa Messa solenne.

Subito dopo la funzione, dunque intorno alle 11.15, un corteo si snoderà per le vie del centro storico - partendo proprio dalla Chiesa - e si recherà fino al Monumento alle Vittime Civili che si trova sul retro di Porta Napoletana: qui verrà deposta una corona d’alloro a memoria perpetua delle vittime innocenti di quel drammatico bombardamento che, come avvenne qualche mese prima, distrusse buona parte della magnifica città dei Castelli Romani.