Dopo Gianluca Casagrande Raffi, che ha sciolto le riserve sulla sua volontà di diventare primo cittadino la settimana passata, è arrivata nelle scorse ore la seconda ufficializzazione di un candidato alla carica di sindaco di Lariano.

Si tratta di Sabrina Verri, insegnante 48enne, che ha deciso di scendere in campo alla guida della lista civica “Movimento per Lariano”.

«Serve una mobilitazione di tutti i cittadini, un movimento che prenda finalmente atto delle ingiustizie umane ed ecologiche perpetrate negli anni su Lariano e che si prefigga di risanarle, nell’interesse dei cittadini e dell’intero genere umano - ha affermato la Verri, annunciando la sua candidatura - Nessuno può rimanere indifferente di fronte al grave scempio che è stato compiuto nel nostro territorio. Dobbiamo mettere da parte le contrapposizioni ideologiche e dare vita a una ‘ecologia integrale’ che protegga il bene comune e sappia guardare al futuro».

Di conseguenza, ecco la scelta definitiva: «Io, insegnante di italiano e madre di quattro figli, da sempre impegnata nella politica sociale in difesa dei più deboli e dei valori fondanti della nostra società, rispondo ‘Sì’: mi candido a capo di questo Movimento per Lariano - ha sottolineato con forza -, che dovrà agire per invertire la rotta. Sono pronta a lottare».

Ovviamente, la battaglia sarà ardua: anche se i candidati ufficiali sono al momento due, gli aspiranti sindaci cresceranno presto. Quasi scontata, infatti, la conferma della discesa in campo dell’attuale sindaco Maurizio Caliciotti, con altri politici che si stanno organizzando per provare a conquistare il municipio.