Con una cerimonia che ha avuto luogo nei locali del centro polifunzionale “Tiberio Bartoli”, l’amministrazione comunale di Lariano ha voluto ricordare i Martiri delle Foibe e gli italiani costretti a lasciare le proprie terre in Istria e Dalmazia a causa del genocidio in atto per mano di Tito, capo di Stato della Jugoslavia.

In particolare, dopo i saluti del sindaco Maurizio Caliciotti, dell’assessore alla Pubblica istruzione Maurizio Mattacchioni e della dirigente scolastica del locale Istituto comprensivo, è stato visionato un filmato storico, prima che i ragazzi della terza media della scuola “Achille Campanile” si alternassero nella lettura, nelle drammatizzazioni e nei canti relativi alle barbarie compiute contro i nostri connazionali.

In particolare, sono state lette delle poesie di Ungaretti ma anche i resoconti dei sopravvissuti al genocidio; per quanto riguarda la musica, sono state intonate un paio di canzoni di De Andrè e Ania.