La terza serata del Festival di Sanremo è stata ufficialmente archiviata tra momenti di puro divertimento e un ritmo che, forse, si sta ritrovando.
Gli ospiti: Si confermano il pezzo forte di questo Festival di Sanremo. Magici Antonello Venditti e il duo Raf e Umberto Tozzi. Emozionata, ed emozionante, Alessandra Amoroso, geniale Fabio Rovazzi che dimostra tutto il suo estro creativo. Voto 10.
Ornella Vanoni: Merita un voto a parte la sua performance. Salita sul palcoscenico per una gag con Virginia Raffaele il risultato è stato semplicemente strepitoso. In pochi minuti ha conquistato il pubblico in studio, mandato in delirio i social e riempito di ritmo e brio il palcoscenico dell'Ariston. Voto 10 (richiamatela anche per le ultime due serate)
Gli opening: Sono la parte più riuscita di questo Festival. Momenti emozionanti in cui ballo e musica si uniscono creando uno spettacolo assoluto per gli occhi degli spettatori. Voto 8.
I conduttori: In questa terza serata qualcosa sembra essere cambiata. Sono riusciti a creare il ritmo e portare a casa una puntata particolarmente gradevole. Speriamo di essere sulla buona strada e non un caso fortuito. Voto 6.5 (ma si può dare di più)
Look maschili: Abbiamo parlato tanto delle scelte di abiti femminili, ora ci occupiamo di quelli maschili. E qui la questione si fa seria. Va bene voler avere un vezzo di particolarità, va bene volersi distinguere, va bene anche che ci sono tanti giovani… ma che male vi hanno fatto le classiche giacche? Tra pezzi macchiati di oro, colori improbabili e giacche che sembrano un insieme di pezzi di tappezzeria non ci siamo proprio. Questione di stile, ma il voto è 4.
Patty Pravo: È un mito e su questo non si discute. Ma in questo Festival, forse, ha voluto osare troppo con una acconciatura che lascia molto a desiderare. Versione bionda di Whoopi Goldberg non convince per niente. Voto 2.