Mancano poche ore alla finalissima. Stasera si scoprirà il vincitore del Festival. Intanto, però, ecco i voti della quarta serata andata in scena al teatro Ariston:

Luciano Ligabue: La sua performance ha entusiasmato tutti dando carica e grinta come solo una grande star riesce a fare. Le sue canzoni sono riuscite a far saltare tutti sulla sedia. Da dimenticare, invece, la gag sui tre ingressi. Tra momenti scontati, altri incomprensibili e l'uscita sul trono… Attenzione perché siamo a Sanremo non al "trono over" di Uomini e Donne. Voto 8.

Anna Tatangelo: In duetto con Syria ci ha fatto ascoltare un pezzo completamente diverso rispetto alle prime puntate. La cantante originaria di Sora è dotata di una perfezione vocale come poche, una presenza scenica invidiabile (amatissima dagli uomini e un po' invidiata dalle donne), ma ieri sera in coppia con Syria ha proposto una versione delicata, intima ed estremamente profonda del suo brano. Voto 7.5.

La durata: All'idea di un super ospite come Luciano Ligabue e di ventiquattro duetti da dover ascoltare in tanti si erano già preparati con borracce di caffè, brandine e sedie sdraie. Il rischio di vedere l'alba al termine della quarta serata del Festival di Sanremo ha spaventato tutti. Ognuno ha sentito un brivido lungo la schiena. E invece la durata è stata piuttosto contenuta. Ora non ci deludete per la finale. Voto 6.5

La giuria d'onore: La prima domanda che viene da porsi è: perché? O meglio perché sarebbero gli esperti che dovrebbero giudicare la musica? La scelta dei componenti della giuria ha lasciato più di qualche perplessità. Un ristoratore, una presentatrice, una attrice. Perché non creare una giuria con i presidenti di network radiofonici? Perché alla fine il successo di una canzone lo determinano proprio le radio. Voto 4.

I vestiti degli ospiti: Se fino a oggi avevamo visto outfit particolari scelti dai cantanti in gara, anche gli ospiti chiamati per i duetti non ci hanno deluso regalandoci delle vere e proprie perle. Tra chi ha scelto di arrotolarsi in una tenda e chi si è stampato la radiografia sul vestito, i momenti di "trash look" non sono mancati. Va bene osare… ma anche un po' meno grazie. Voto 3