Un ciclista amatoriale di Latina è riuscito nell'impresa di portare a termine l'Appenninica Mtb Stage Race, gara a tappe per mountain bike che si è corsa tra il 27 settembre e il 3 ottobre in Emilia Romagna. Protagonista dell'impresa è Marco Marino, osteopata di 48 anni e portacolori della storica società sportiva pontina Rampi Latina Team: il suo nome figura tra i 50 atleti che sono riusciti a concludere tutte e sette le tappe, percorrendo in totale 450 chilometri di tracciati sterrati nel cuore dell'Appennino Tosco Emiliano, su e giù tra i monti, arrivando a sommare 16.000 metri di scalate. Lui c'è riuscito in 36 ore e 52 minuti, tempo che gli è valso il 42esimo posto assoluto.

La sola difficoltà dei percorsi rende di per sé un'impresa il risultato sportivo di Marco Marino. Ad accrescerne il valore è poi il contesto nel quale è maturata la preparazione a un evento del genere, non solo sul piano fisico, ma anche mentale. Fattori questi essenziali per maturare la partecipazione all'Appenninica, diventata in pochi anni una delle prove più dure, nel suo genere, in campo internazionale. E infatti tra i 109 iscritti, dei quali solo 68 si sono presentati alla partenza della prima tappa, figurano numerosi atleti arrivati da tutta Europa. Dopo tutto il vincitore è il talentuoso olandese Hans Becking.
Tornando alla prova del nostro Marco Marino, a rendere ardua la gara non sono state soltanto le salite aspre, ma anche discese e percorsi molto tecnici, in una natura incontaminata che di certo ha contribuito a caricare il morale dei partecipanti. Nel suo complesso un'esperienza indimenticabile per i riders, suggellata dalla medaglia che a fine competizione viene consegnata a tutti gli "eroi" capaci di portarla a termine