Dieci medaglie arrivate dal canottaggio, una, tutta d'oro, quella centrata nel pararowing. Morale della favola, Sabaudia può festeggiare alla grande, anche se da lontano, le performance dei propri campioni acquisiti, quelli dei Gruppi sportivi militari, che a Poznan, in Polonia, hanno chiuso l'europeo assoluto con 11 medaglie complessive, quattro d'oro, cinque d'argento e due di bronzo, di cui sei nelle specialità olimpiche del remo, arrivando dietro nel medagliere soltanto all'Olanda.
C'era grande attesa per il possibile ritorno sul podio del terracinese Matteo Lodo e del compagno di squadra in Fiamme Gialle, Giuseppe Vicino. Morale della favola, decisamente a lieto fine, Nel due senza hanno centrato un bronzo che ha un sapore davvero particolare e che spinge i due a guardare all'anno olimpico di Tokio, il prossimo, con un'ottica senz'altro positiva.
A pesare come un macigno, visti tutti i problemi che questa barca ha avuto, l'argento del quattro di coppia tutto Fiamme Gialle. Giacomo Gentili, Luca Rambaldi, Simone Venier e Luca Chiumento sono arrivati secondi alle spalle di una Olanda che, in questo momento, è davvero troppo forte. «Sono molto contento di aver avuto questa opportunità, di salire su una barca di tale livello e tornare alla mia storica specialità - ha spiegato a fine gara il pontino, Simone Venier - La gara di oggi è stata buona anche se molto dura, le condizioni del lago variavano continuamente però siamo rimasti compatti riuscendo ad ottenere un grande risultato. L'Olanda, va ammesso, ha una marcia in più, lo dimostrano anche i tempi che realizza, sembra quasi che non abbia nemmeno sofferto del lungo periodo di lockdown, la loro condizione non sembra averne risentito. Io sono felice, continuo ad allenarmi e a lavorare duramente per farmi trovare pronto, poi spetterà alla Direzione Tecnica decidere su quale barca farmi salire. Ringrazio tutta la squadra, dal DT Cattaneo agli allenatori passando per i medici. Un ringraziamento particolare alle Fiamme Gialle, che hanno sempre creduto nelle mie potenzialità, e un ringraziamento e un saluto speciale a mio figlio Gioele e a mia moglie.
Per quanto riguarda le Fiamme Gialle, fa festa anche Valentina Rodini, anche lei d'argento insieme alla Fiamme Oro, Federica Cesarini, nel doppio Pesi Leggeri.
Secondo gradino del podio anche per un'altra barca per 3/4 "Made in Sabaudia". Parliamo del quattro senza Senior con Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo delle Fiamme Oroe con Giovanni Abagnale della Marina Militare.
Fiamme Oro e Carabinieri hanno fatto il loro dovere anche nel quattro senza Senior femminile. Il tutto grazie, anche e soprattutto, alle performance di Kiri Tontodonati e Aisha Rocek