Piacenza-Cisterna 3-0 (25-21; 25-19; 25-17)
Gas Sales Bluenergy Piacenza: Polo 6, Russell 13, Izzo ne, Scanferla (L), Candellaro, Tondo, Antonov, Botto ne, Fanuli ne, Clevenot 5, Mousavi 8, Finger 18, Baranowicz. All: Bernardi.
Top Volley Cisterna: Cavuto 2, Cavaccini (L), Sottile, Tillie 3, Seganov, Rossato, Sabbi 10, Rossi 2, Rondoni ne, Randazzo 11, Krick 7, Szwarc 9. All: Kovac.
Arbitri: Luciani-Turtù.
Note: Gas Sales Bluenergy Piacenza: ace 2, err.batt. 8, ric.prf 28%, att. 56%, muri 9. Top Volley Cisterna: ace 1, err.batt. 15, ric.prf 17%, 43% muri 8.
Una sconfitta dietro l'altra e in questo modo si rischia di retrocedere. La Top Volley Cisterna continua ad interrogarsi su un presente a dir poco disatroso, senza però trovare risposte immediate ad uno stato di cose che sta facendo precipitare nel dramma sportivo la formazione di Boban Kovac. Ieri sera Piacenza, l'ennesima brutta figura. Tre set a zero e via di corsa in doccia a pensare ad una situazione che inevitabilmene fa male, che lascia basiti tutti quanti, anche e soprattutto chi in origine aveva costruito con certosina pazienza questa squadra, convinto di aver messo in piedi un roster pronto a centrare i play off. Duole dirlo, i numeri ci dicono che è l'esatto contrario e di questo passo, siamo sinceri, l'unica strada che si potrà percorrere sarà quella della Lega pronta, allo stato attuale delle cose con un campionato "sfregiato" dall'emergenza Covid-19, a bloccare le retreocessioni. In caso contrario, lo spettro della serie A2 è da prendere in seria considerazione. Per la cronaca, ieri sera Piacenza ha vinto 3-0.