Una Coppa del Mondo in totale sicurezza con la salute dei partecipanti al primo posto. Questo uno dei pilastri del Comitato Organizzatore che si è trovato a raddoppiare gli sforzi per inscenare un evento mondiale in tempo di pandemia. Chiusura al pubblico, distanziamento, tamponi per tutti sono solo alcuni degli aspetti codificati dal protocollo dell'evento sviluppato ah hoc dal Covid Manager Dr. Aldo Franco Scalisi. Un protocollo diverso dagli altri, che ha raccolto il plauso di tutte le autorità per analiticità e completezza.

Anche la FISA, la federazione mondiale di canottaggio, l'ha preso d'esempio all'interno della sua struttura operativa. La terza Coppa del Mondo di Sabaudia, a differenza di tutti gli altri eventi internazionali dell'anno, è collocata a meno di cinquanta giorni dai Giochi di Tokyo e rappresenta l'ultimo test prima dell'appuntamento giapponese. Un passaggio chiave della stagione, confermato dai numeri dei partecipanti, ma altrettanto delicato perché la preparazione verso le Olimpiadi deve proseguire senza intoppi. L'assenza di pubblico e le norme stringenti non faranno mancare lo spettacolo, garantito dalla copertura mediatica. Tutte le regate verranno trasmesse in diretta da worldrowing, le finali saranno distribuite su quattordici canali televisivi internazionali oltre all'Italia che coprirà l'evento con RaiSport ( Sabato 5 giugno dalle 10.25 alle 13.25 e domenica 6 giugno dalle 10.30 alle 14.15, diretta streaming no stop su RAI Sport Web , mentre il canale televisivo RAI Sport HD prevede due "finestre" in diretta: sabato 5 trasmissione di un'ora e mezza delle gare con inizio alle 11.40; domenica 6 collegamento di un'ora nel corso delle finalissime con inizio alle 11.00).
Sabauda e il suo territorio saranno così nella migliore vetrina mondiale.