La terza prova di Coppa del Mondo di canottaggio, che si è conclusa sulle acque del lago di Paola a Sabaudia, verrà ricordata, in particolare, come quella del quattro senza e del quattro di coppia senior maschile, ma anche per le 14 medaglie complessive vinte dall'Italia. I metalli più preziosi, nelle finali delle specialità olimpiche di ieri, sono arrivati da queste due barche, capaci di mettere in finali avversari di spessore come Norvegia, Germania, Gran Bretagna e Polonia. Barche con a bordo tanti atleti militari di stanza a Sabaudia.
Quella di un quattro senza sperimentale, ma nemmeno più di tanto (3/4 della stessa barca, nel 2016, vinse il bronzo olimpico a Rio de Janeiro), era la gara più attesa. Con Giuseppe Vicino capovoga ed il suo compagno nel due senza, il terracinese Matteo Lodo, sul secondo carrello, la barca azzurra ha dimostrato di avere le qualità necessarie per mettere in seria difficoltà, in chiave Tokio, il Direttore Tecnico, Franco Cattaneo. Unitamente a Matteo Castaldo delle Fiamme Oro e Bruno Rosetti del Circolo Canottieri Aniene, i due atleti Fiamme Gialle hanno rimesso tutto in discussione e chissà che sulla spinta di quanto fatto vedere a Sabaudia, questo quattro senza non arrivi a Tokio per puntare al metallo più prezioso.
Una conferma è arrivata, anche, dal quattro di coppia tutto Fiamme Gialle. Andrea Panizza, l'altro terracinese Simone Venier, Luca Rambaldi e Giacomo Gentili, pur non brillando eccessivamente di luce propria hanno portato a casa la vittoria e la Coppa del Mondo per il 2021 grazie ad una condotta di gara sempre in testa sin dalle prime battute. Norvegia e Germania ai piedi degli azzurri che, anche per bocca loro, dovranno comunque lavorare sodo per arrivare in Giappone al top della condizione. Ad applaudire gli atleti anche il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Senatore Stefania Pucciarelli, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, accolti dal Prefetto di Latina Maurizio Falco, dal Sindaco di Sabaudia Giada Gervasi e da tante altre autorità civili e militari. Su tutte la Marina Militare che nel suo centro ha ospitato gran parte dell'evento.