Da San Felice a Ponza, andata e ritorno... con il windsurf. Già di per sè il gesto sportivo andrebbe celebrato come grande impresa, ancora di più se a compierlo è un ragazzino di soli 12 anni. Si tratta di Mattia Saoncella che ha seguito le orme del suo maestro, Marco Begalli, ex professionista e non nuovo a questo tipo di imprese.
Questa volta, come detto, Marco non era da solo, ma seguito da un ragazzino che è una giovane promessa della specialità e già campione del mondo di slalom under 13 nel 2021. Marco allena Mattia già da un po' ed ha pensato che potesse essere il giusto compagno per questa nuova avventura nel mare pontino. Nulla di più vero, visto che il giovane campioncino, con grinta e determinazione, ha portato a termine l'impresa resa ancora più complicata dalle condizioni del vento, praticamente assente all'andata, che ha costretto i due surfisti a viaggiare per oltre due ore solo su un lato. Il piccolo Mattia ha accusato la fatica ed è stato caricato nel gommone di appoggio (dove c'erano anche i suoi genitori) in località «Le Formiche», al largo di Ponza. Ma non si è arreso: «Aveva i crampi a gambe e collo perché non aveva potuto mai cambiare lato di navigazione visto il poco vento - spiega Marco Castorina della Asd Shaka wind Circe che ha seguito le gesta dei due dal gommone di appoggio - ma di mollare non ne ha voluto sapere assolutamente. Spinto da una grande determinazione ha ripreso la corsa verso la spiaggia di San Felice».
In tutto tre ore di navigazione, due all'andata e una abbondante al ritorno dove il vento è stato più clemente e ha iniziato a spirare sulle vele di Marco e Mattia, artefici di un'impresa che merita sicuramente un grande plauso