Un grande risultato per il padel nostrano è arrivato nella notte italiana tra sabato e domenica. Alessia La Monaca, nativa di Garbagnate Milanese, ma pontina di adozione (vive a Latina dove è tesserata e dirige anche una scuola al We Padel) ha vinto a Las Vegas il titolo Over 35 in coppia con Sara D'Ambrogio, aggiudicandosi il tabellone a coppie del torneo Open ai campionati del Mondo di categoria. Le due atlete hanno confermato appieno il ruolo di prime favorite superando in finale 6/2 6/3 le olandesi Dido Blonk e Stephane Gomperts. Tutto questo mentre L'Italia al femminile, con Alessia La Monaca in squadra, ha chiuso con un argento il Mondiale Senior che si è concluso a Las Vegas. Le azzurre, per la seconda volta in finale nel torneo a squadre, hanno ceduto alla Spagna come già era accaduto nella prima edizione svoltasi nel 2018 a Malaga.


Le fortissime iberiche, dominatrici assoute del torneo, si sono imposte per 3-0: Manuela Savini e Roberta Zandarin hanno ceduto 6/2 6/1 a Iciar Montes e Lorena Figueres, Annalisa Bona e Silvia Storari sono state sconfitte 6/0 6/0 da Paula Hermida ed Isabel Dominguez mentre Alessia La Monaca e Sara D'Ambrogio sono state battute 6/3 6/0 da Cristina Gomis e Angela Caro.
«Penso di aver pianto poche volte nella vita per commozione, ma questa volta sono esplosa perché dopo quell'ultima palla vinta mi sono passate nella mente tante cose che fatico ad esternare – ha commentato a fine match Sara D'Ambrogio - Posso finalmente dire di essere fiera di me. E ringrazio la mia compagna Alessia che mi ha accompagnato in questa esperienza bellissima, la Federazione che mi ha scelto, i miei amici da casa, i sostenitori virtuali, gli sponsor e la mia famiglia che mi sostiene da quando sono piccola».

Il cammino - Le azzurre hanno raggiunto la finale del torneo a squadre, bissando il grande risultato ottenuto nella prima edizione svoltasi il 2018 a Malaga (per due anni il Mondiale non si è disputato a causa della pandemia), quando poi a trionfare furono, allora come oggi, le inarrivabili iberiche. Come nelle previsioni, è stata semifinale incertissima con la Francia, chiusa sul 2-1 dall'Italia. Nell'economia del match si è rivelata decisiva la battaglia vinta 75 06 10-5 da Manuela Savini e Roberta Zandarin nella prima sfida contro Geraldine Sorel ed Emmelien Lambrests. La sconfitta patita con un doppio 63 da Annalisa Bona e Tiziana Giordano contro Amelie Detriviere e Catherine Lalann ha ristabilito la parità. Il punto decisivo è arrivato grazie ad Alessia La Monaca e Sara D'Ambrogio che hanno dominato 63 60 Audrey Casanova e Marie Lefevre. La Spagna, prima di affrontare l'Italia in finale, aveva fatto percorso netto senza cedere neanche un set: dominio assoluto anche in semifinale, certificato dal 3-0 alla Svezia.