Il primo campione del mondo italiano di freestyle kitesurf maschile è un terracinese doc. Gianmaria Coccoluto ha infatti conquistato, volando con le acrobazie sulle acque brasiliane di Neom, la tappa finale del "World tour freestyle GWA". E' lui l'asso planetario della disciplina che tra quelle del "Kiteboard expression", è la parte artistica di questo sport, di fatto l'essenza sin dalla nascita che risale ormai a 25 anni fa. Lui il più forte funambolo della tavola con trapezio e aquilone, dei salti radicali, delle figure super tecniche, dei danzatori del vento e delle onde. «Un esempio di impegno e determinazione, un grande atleta», è stato il coro unanime dei migliori istruttori a livello planetario davanti alle acrobazie di Gianmaria. «Sono felicissimo - ha detto il neo campione del mondo ancora incredulo per l'impresa raggiunta -. Un ringraziamento speciale va alla mia famiglia per essere sempre al mio fianco, alla mia ragazza per il supporto e la pazienza, e ai miei amici per il calore e la carica che riescono sempre a trasmettermi anche da casa».
Il 2022 ha di fatto confermato l'Italia al top della disciplina. Quello di Coccoluto è l'ennesimo risultato in campo mondiale e suggella il livello altissimo degli atleti italiani a poche settimane dalla vittoria del ranking mondiale del "Big Air", vinto dal giovane Andrea Principi. Per non parlare del mitico Airton Cozzolino che nel surf strapless non ha rivali. Senza dimenticare, in campo femminile, la giovanissima Nais Balbinot, prima nel ranking Undre 19. Un'apoteosi che rende orgogliosa tutta la comunità nazionale degli appassionati che è stata una delle prime al mondo a credere nello sport del kitesurf.