In Italia sono ancora tante, troppe, le donne uccise, L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, invitando associazioni ed istituzioni ad organizzare in quel giorno attività volte a richiamare l'attenzione pubblica sul problema. Il Rotaract Club Latina in collaborazione con la Top Volley Cisterna, sempre in primo piano su tematiche sociali, promuove una campagna fotografica di sensibilizzazione per abbattere i pregiudizi e sconfiggere il silenzio.

 

Un'associazione presente in tutto il mondo che coinvolge giovani dai 18 ai 35 anni. Persone che vogliono fare la differenza. Il Rotaract club Latina è storico nel territorio pontino, presente nel capoluogo dal 1968. Attuale Presidente è la dottoressa Gabriella Ruggiero con Vice presidente la dottoressa Francesca Luna.

 

L'impegno dei volontari, molto attivo e attento alle tematiche sociali, negli anni ha supportato campagne contro il bullismo, contro i disturbi alimentari, contro la violenza sulle donne. Il Rotaract ha promosso progetti come la donazione di regali ai bambini dell'ospedale del Santa Maria Goretti, pulizia del suolo pubblico e delle spiagge, donazione di libri alla casa circondariale di via Aspromonte, una giornata di sport dei ragazzi della associazione Diaphorà con i campioni della pallavolo e tanto altro.

 

Francesca Luna (Vice presidente Rotaract Latina): "Nell'occasione del 25 novembre giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, il Rotaract Latina ha deciso di collaborare con la squadra di Superlega, Top Volley Cisterna, ad una campagna fotografica che colpisca l'opinione pubblica su un tema ancora tristemente attuale. Collaborando insieme per una giornata così importante, abbiamo progettato delle foto dal grande impatto comunicativo per toccare e sensibilizzare l'opinione pubblica. Il tema della violenza sulle donne ancora una volta padroneggia questo giorno per non farci dimenticare la strada, ancora in salita, che dobbiamo percorrere. Ha tanti volti: violenza, aggressione, minaccia, discriminazione. Tutti inaccettabili. Purtroppo moltissimi casi di violenza ogni giorno vengono sepolti sotto l'ombra del silenzio, per un senso di paura e pudore. E' la speranza che le cose migliorino, che ci fa andare avanti sempre, per un futuro collettivo dove la dignità e la sicurezza della persona, delle donne, non sia solo un miraggio ma diventi la realtà della nostra società".

 

Gianrio Falivene (Presidente Top Volley Cisterna): "Siamo orgogliosi di questa iniziativa e fermamente convinti che ogni tipo di violenza debba essere sempre denunciata e sconfitta attraverso queste iniziative. Grazie alle associazioni come il Rotaract si stanno facendo passi da giganti e la Top Volley, quindi, le società sportive, gli atleti e anche i tifosi devono stare al fianco di chi lotta per fermare la violenza sulle donne. Un connubio inscindibile tra sociale e sport per sconfiggere ogni tipo di ingiustizia".