Cesport-Latina Pallanuoto 5-9 ( 1-1, 1-4, 1-2, 2-2 )
Lo Studio Senese Cesport: Turiello, Vitullo, Anello, Rigo, Di Carluccio, Miskovic 1, Dublino, Incoglia 1, Ruocco 1, Femiano 1, Di Costanzo 1, D'antonio, Tartaro. All: Rossi
Latina Pallanuoto: Bonito, Schettino, Giugliano, Migliaccio 4, Mauti 1, Falco, Mellacina, Maras 1, Parisi 1, Priori 1, Barberini, Mele 1, Marini. All. Mirarchi All: Mirarchi.
Arbitri: De Girolamo-Ferrari
Note: Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Cesport 1/9, Latina 3/5. Spettatori: 100 circa.
Non era una partita facile, ma la Latina Pallanuoto, dopo il primo tempo equilibrato terminato con il punteggio di 1-1, l'ha messa su binari a lei favorevoli, dimostrando di aver assorbito al meglio la sconfitta interna contro la Roma Nuoto, capace ieri pomeriggio di battere al Foro Italico la Rari Nantes Salerno e di salire in vetta alla classifica del girone "Sud" del campionato di A2 maschile di pallanuoto.
Quasi in contemporanea, però, il "settebello" di Mirarchi faceva, a sua volta, il proprio dovere, superando per 9-5 la "matricola" terribile La Studio Senese Cesport, formazione partenopea nei promosso in questa serie A2, ma capace di vittorie importanti e di gare sopra le righe proprio contro le prime della classe.
Con questa vittoria la Latina Pallanuoto sale a quota 31 in classifica, appaiando al secondo posto la Rari Nantes Salerno e ad una sola lunghezza da quella Roma Nuoto che, come dicevamo, dopo aver violato la piscina open in via dei Mille otto giorni orsono, ieri ha rispedito al mittente anche la "corazzata" campana.
Resta attardato di tre e quattro lunghezze il Civitavecchia, saldo al quarto posto, ma sconfitta anch'esso a Roma dalla Vis Nova.
La cronaca - La partita come detto è durata soltanto un tempo, il primo. Dopo il botta e risposta a firma di Parisi e Miskovic, infatti, la Latina Pallanuoto ha comincia a sciorinare la pallanuoto che più le si addice, mettendo il punto esclamativo sul match già dal secondo tempo e andando al cambio vasca e al riposo lungo sul punteggio di 5-2.
La rete dopo soltanto 49" di gioco dall'inizio del parziale messa a segno da Incoglia, era una mera illusione per la formazione partenopea che nei successivi quattro minuti incassava altrettante reti. A "macchiare" il tabellino, infatti, erano Priori e, soprattutto, Migliaccio, autore di quattro gol, ma tre in questa frazione.
A questo punto diventava davvero tutto troppo facile per la Latina Pallanuoto che dal terzo tempo in poi finiva con l'amministrare nel migliore dei modi il cospicuo vantaggio riuscendo, nel terzo periodo, a soffocare sul nascere, complice le reti di Mauti e Mele, il tentativo di ritorno dei padroni di casa pronti ad aprire le ostilità, così com'era accaduto nel precedente parziale, con la rete questa volta di Di Costanzo.
Il quarto ed ultimo tempo era un botta e risposta come ad inizio gara, ma con il "settebello" di Mirarchi a tenere a bada la Cesport. I campani partivano con la rete di Femiano quasi allo scadere del secondo minuto, ma Latina replicava dopo 45" con l'onnipresente Migliaccio, davvero l'uomo in più in vasca per i nerazzurri di Mirarchi, prima di trovare con Maras, al 6' e 25" la rete del 4-9 e subire 22" dopo quella di Ruocco per il definitivo 5-9.
Adesso, dopo la sosta pasquale, la Latina Pallanuoto tornerà in vasca il 7 aprile quando, nella piscina open di via dei Mille, affronterà un'altra squadra da prendere assolutamente con le molle, il Pescara Nuoto e Pallanuoto che nel pomeriggio di ieri non è andato oltre l'8-8 casalingo contro la Polisportiva Muri Antichi Catania.