Si lavora sodo in casa della Top Volley Latina, pronta a crescere giorno dopo giorno per arrivare pronta alla sfida di domenica 14 ottobre, quando alle 18 aprirà l'ennesima stagione nella massima serie sfidando a Perugia i campioni d'Italia in carica della Sir Safety Conad.
A fare il punto della situazione, ieri mattina, all'inizio della seconda settimana di lavoro, il tecnico della Top Volley Latina, Lorenzo Tubertini e il secondo allenatore, nonchè preparatore atletico, Andrea Pozzi.
«In questa fase della preparazione stiamo lavorando a ranghi ridotti - ha tenuto a precisare il tecnico Lorenzo Tubertini - e, quindi, com'è giusto che sia la nostra attenzione è rivolta in particolar modo all'aspetto puramente atletico, rispetto a quello prettamente tecnico-tattico. E' ovvio che quando avremo l'organico al completo, la situazione potrà soltanto che migliorare».
Tanto lavoro fisico, dunque, con il pallone che, però, fa comunque regolarmente la sua comparsa al PalaBianchini. E, in attesa di vedere tutta la rosa all'opera, abbiamo voluto stuzzicare lo stesso Tubertini sui singoli e su quelle che saranno le scommesse da vincere nella prossima stagione.
«Spero che l'opposto Stern possa confermarsi e consacrarsi nel nostro campionato con aggressività nel gioco e i suoi buoni fondamentali perché è determinante in battuta, discreto con il muro, bravo con la difesa e aggressivo in attacco».
Anche perchè, pronti via, la Top Volley avrà di fronte i campioni d'Italia in carica: «Con Perugia sarà un esordio difficile, ma sono certo che questo gruppo saprà affrontare con la giusta determinazione anche quelle partite che, almeno sulla carta, appaiono proibitive».
Intanto la preparazione continua. Lo staff tecnico sta lavorando insieme al gruppo dei medici, una relazione che come al solito andrà avanti per tutta la stagione con una serie di momenti in cui verranno svolte delle valutazioni per controllare lo stato fisico degli atleti.
«Nei prossimi giorni molleremo leggermente la parte fisica a scapito di tecnica e tattica anche se ovviamente continueremo un programma legato alla forza che ci permetterà di limitare gli infortuni e microtraumi - ha tenuto a precisare ieri mattina Andrea Pozzi - Ora la mattina ci stiamo concentrando sull'aspetto fisico al Palafitness, oltre alle sedute sulla sabbia e in piscina grazie al supporto dell'Aeronautica Militare di Latina che ci mette a disposizione gli impianti sportivi mentre il pomeriggio è dedicato alla parte tecnica al PalaBianchini. Anche adesso i lavori sono già individualizzati grazie allo staff medico, inoltre con le strutture del territorio che collaborano con noi, si è creato un legame molto forte e oltre alla simpatia possiamo dire che sono diventati i nostri primi tifosi».
Intanto è tempo anche di arrivi. Domenica, per esempio, sarà la volta di Parodi, che si metterà subito a disposizione per gli allenamenti. In seguito arriveranno anche Gavenda (l'opposto sarà a Latina lunedì 3 settembre), quindi Palacios e Stern che sono ancora impegnati con le rispettive Nazionali.
«Simone Parodi ha beneficiato di una settimana di riposo extra concessa da noi - ha tenuto a precisare Tubertini - Lui avrebbe voluto iniziare subito ad allenarsi, ma dopo che lo ha fatto tutta l'estate con la Nazionale c'è sembrato giusto concedergli questa pausa. E' motivato per questa avventura con noi, ma ovviamente anche un po' deluso per l'esclusione dalla lista della Nazionale che parteciperà ai Mondiali. Stiamo parlando di un giocatore che è già costruito fisicamente e non avrà bisogno di troppo tempo per inserirsi. Abbiamo osservato Gavenda con la sua Nazionale ed è anche lui molto determinato, mentre dall'Argentina aspettiamo ancora Palacios che arriverà intorno alla prima decade di settembre». Stern, invece, sarà l'unico che giocherà i Mondiali con la Slovenia.