Nemmeno l'umidità impressionante del Billie Jean King Tennis Center a Flushing Meadows che, di fatto, ha fatto slittare gli incontri di tre ore, ha fermato la corsa inarrestabile di Giulio Zeppieri in questo Open degli Stati Uniti Junior in corso di svolgimento al Queen's a New York. Sul campo numero 13, il tennista di Latina è entrato in campo convinto di dover ancora recitare una parte importante in questa quarta ed ultima prova dello Slam e così è stato, perchè al cospetto del giocatore della Repubblica Dominicana, Nick Hardt, numero 16 dell'ultima classifica mondiale Itf Junior, il tennista di Latina è stato ancora una volta perfetto, giocando un ottimo primo set vinto con il punteggio di 6/4, ma soprattutto dominando letteralmente il secondo con il sudamericano a racimolare soltanto un gioco. Morale della favola, 6/4 6/1 in un'ora esatta di gioco e via di corsa ai quarti di finale dell'Open degli Stati Uniti, un risultato straordinario per Giulio Zeppieri, ma sicuramente meritato, perchè anche in questa circostanza in campo si è visto soltanto un giocatore, il portacolori del Capanno Tennis Academy, pronto a riscrivere la storia di questo Slam statunitense e sicuramente quella della sua giovanissima carriera. L'unico passaggio a vuoto nel primo set, quando Zeppieri era avanti 5/1 prima di farmi brevemente rimontare dal suo avversario. "Sì, in effetti è così - ha spiegato al termine del match Piero Melaranci, il suo coach - Altrimenti sarebbe stato un altro 6/1 6/1. Sta giocando come non ha mai fatto in passato, andiamo avanti e vediamo cosa ci riserverà ancora questo torneo".