Emilio Berti, tesserato per la Latina Triathlon, è stato fermato per doping, come scritto sulle colonne del nostro quotidiano. Ecco di seguito il comunicato stampa della società di Latina che prende posizione in merito: «Con riferimento alla notizia pubblicata il 9 ottobre u.s. in merito al procedimento avviato dalla Procura Sportiva nei confronti del nostro tesserato Emilio Berti, la dirigenza sta procedendo agli approfondimenti del caso e segue gli sviluppi della vicenda con attenzione. Emilio ha spiegato che si è trattato di un incidente del tutto involontario: affetto da bronchite, ha assunto un farmaco su prescrizione medica senza pensare agli effetti che esso avrebbe potuto avere. Questi i termini della vicenda che ci sono stati spiegati dall'atleta direttamente e che lo stesso avrà modo di rappresentate nelle sedi opportune, affinché la giustizia sportiva faccia il suo corso con piena cognizione del caso. La Asd Latina Triathlon è, e sarà sempre, al fianco delle autorità che tutti i giorni si adoperano per sconfiggere la piaga del doping. Il doping va combattuto e chiunque sbagli è giusto ne assuma le conseguenze. Che ovviamente devono essere proporzionate alla gravità dei fatti. Al contempo conosciamo Emilio per essere atleta serio, che si cimenta nella triplice disciplina da puro amatore, come tutti i nostri tesserati, nei ritagli di tempo tra il lavoro e la famiglia con immani sacrifici e fatiche. Attendiamo quindi con tranquillità l'esito del procedimento in corso, confidando nell'equilibrio della giustizia sportiva, che saprà proporzionare l'eventuale al caso di specie».