Saranno un atleta paraolimpico ed un vigile del fuoco ad inaugurare la sesta edizione del Reale Mutua Latina Vertical Sprint, il cui start ufficiale è previsto ore 10 di domenica. Il cerimoniale prevede intorno le 9 la discesa delle rampe da parte di Haki Doku, l'italoalbanese costretto sulla sedia a rotelle che cercherà di stabilire nuovi record del mondo a dispetto della sua disabilità. Poco prima della partenza, vedremo superare la soglia del portone d'ingresso da Mirko Montin, vigile del fuoco del Comando Provincia di Latina, che simulerà un intervento di emergenza percorrendo le scale del grattacielo fino alla terrazza panoramica in tenuta da "lavoro".
La gara - A quel punto saranno "aperti i giochi" con l'inaugurazione ufficiale del Towerruing 2019, il circuito mondiale di corsa sulle vette dei grattacieli di ogni continente. Basta dire Empire State Buildig di New York per fare il nome di una tappa che conferma il prestigio di cui gode anche Latina, unica in Italia ad ospitare simile competizioni a quote superiori a 100 metri.
Come sempre la sfida ai 128 metri di altezza (151 con l'antennone), 38 piani e 737 scalini della Torre Pontina è stata lanciata da atleti provenienti da ogni parte del globo. La novità della sesta edizione è Lan Jin, atleta che arriva dalla Cina, nazione dove il vertical running è particolarmente diffuso, alla stessa maniera del Centro Europa ed Est Europeo: da qui le partecipazioni dell'austriaco Rolf Majcen o Miroslav Burian, dalla Repubblica Ceca, connazionale e compagno di Lenka Svabikova, detentrice del record assoluto femminile in 4 minuti, 17 secondi e 55 centesimi. Tra gli uomini il primato appartiene allo slovacco Thomas Chelko, in 3 minuti, 14 secondi e 23 centesimi. I vincitori del 2018 sono stati il bergamasco Fabio Ruga (3 minuti, 25 secondi e 71 centesimi) e Lenka Svabikova (4 minuti, 24 secondi, 76 centesimi), che si è aggiudicata tre edizioni.