Palermo-Latina Pallanuoto 13-11 (3-3; 4-1; 2-2; 4-5)
Telimar Palermo: Lamoglia, Tuscano, Galioto 2, Di Patti 2, Occhione 1, Lo Dico, Giliberti 1, Saric 3, Lo Cascio 1, Tabbiani 1, Fabiano, Migliaccio 2, Sansone. All. Mustur
Latina Pallanuoto: Cappuccio, Tulli, De Bonis, Goreta 1, Gianni 3 (1 rig.), Falco, Castello, Barberini, Lapenna 5, Priori, Di Rocco 2, Giugliano, Marini. All. Mirarchi
Arbitri: Gomez e Minelli
Note: Usciti per limite di falli Galioto, Occhione, Saric (Telimar) nel quarto tempo. Cartellino giallo per il tecnico del Latina, Mirarchi, nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Telimar 3/7, Latina 4/16 + 1 rigore. Spettatori: 600 circa.
Seconda sconfitta in campionato per la Latina Pallanuoto che ieri pomeriggio, in terra siciliana, è stata superata dalla Telimar Palermo: 13-11 il finale. I siciliani, con questo risultato, agganciano a quota 18 proprio la squadra di Maurizio Mirarchi, che a parte un secondo quarto da dimenticare (parziale di 4-1), la partita se l'è giocata sino in fondo, dimostrando di poter ambire ad un ruolo di assoluto valore in questo girone Sud del campionato di A2.
Come detto, a fare la differenza, alla fine, è stato il secondo periodo di gioco nel quale la squadra di casa con Tabbiani, Di Patti ed una doppietta dello straniero Saric, metteva di fatto una seria ipoteca sulla vittoria finale.