Trasferta in terra capitolina, che si prospetta quantomeno complicata, per la Latina Pallanuoto. Sabato 23 marzo l'avversario di turno sarà la Roma Vis Nova, che quest'anno al pari della formazione pontina ha cambiato vasca casalinga, trasferendosi alla piscina olimpionica comunale di Monterotondo. Le previsioni di partenza dei romani erano forse altre, ma il campionato è lungo e la difficoltà dell'incontro è proprio nella voglia di riscatto e nel recupero dei romani che, se vogliono rimanere agganciati alla zona playoff, non possono permettersi altre distrazioni. Sarà dunque partita da giocare a viso aperto senza troppe alchimie tattiche cercando di far prevalere le qualità tecniche e le doti balistiche che sulla carta favoriscono il team pontino. In acqua però sarà la vera partita ed il responso finale farà prevalere la squadra che metterà più velocità alla bracciata, più testa nella gestione del gioco ma soprattutto più cuore per raggiungere l'obiettivo. Tanti ex in acqua: Marco Parisi, Marko Maras, Mario Bonito e mister Calcaterra per i romani, Giorgio De Bonis e Daniele Priori per i pontini. All'andata ad Anzio, la Latina Pallanuoto prevalse con un netto 11-5. Fu una delle più belle partite giocate quest'anno dai pontini, in cui tutto girò per il verso giusto. Sarebbe importante che anche domani i nerazzurri giocassero la stessa partita. Mirarchi disporrà dell'intera rosa e come di consueto, in settimana, ha predicato umiltà, consapevole che il campionato è ancora lungo, la classifica "aperta" e la via impervia, anche se il percorso intrapreso sembra quello giusto.