E' stato un successo, complice anche il bel tempo. Sabaudia ha applaudito la due giorni del remo giovanile azzurro con il primo Meeting nazionale giovanile. Il tutto alla presenza dei vertici della Federazione Italiana Canottaggio con in testa il presidente, Giuseppe Abbagnale, che ha seguito e premiato gli atleti in gara. Con le gare di domenica 24 marzo si è concluso, dunque, il week end remiero di Sabaudia. Complessivamente, tra giovani e Master, sono scesi in acqua quasi 600 atleti. Numeri importanti, anche considerando la concomitanza dell'impegno di Candia, che lasciano intendere la buona condizione del movimento remiero nazionale. Relativamente ai risultati, in riferimento alle gare di domenica 24 marzo, tra i Cadetti ha spiccato il CUS Catania con due vittorie. Un oro a testa è poi andato a SC Orbetello, SC Palermo, CRV Italia, Marina Militare, Telimar, Fiamme Gialle, CC Irno e CC Aniene. Tra gli Allievi, invece, buona la prestazione dei portacolori di CC Irno che complessivamente hanno portato a casa ben 4 ori. Di seguito si sono piazzate le Fiamme Gialle con tre, quindi SC Arno e Pro Monopoli con una doppietta a testa. Un oro ciascuno è andato poi a RYC Savoia, CC Aniene, CC Piediluco, CRV Italia, CC Barion, Ilva Bagnoli e CUS Catania. Per quello che riguarda la Categoria Ragazzi, si è messa in luce la Marina Militare di Sabaudia con una doppietta, mentre CC Irno, Pro Monopoli, CC Lazio e Fiamme Gialle hanno raggiunto una vittoria per uno. La stessa Marina Militare assieme a Fiamme Gialle e Pro Monopoli hanno invece conquistato un oro a testa nella Categoria Junior.