La madre di tutte le partite, quella che potrebbe alimentare speranze importanti nel girone Sud del campionato di A2 maschile di pallanuoto, è servita su di un piatto d'argento. Questo ed altro ancora per dire che nel pomeriggio (ore 17.30) di oggi, nella piscina comunale di Anzio, la Latina Pallanuoto di Maurizio Mirarchi andrà a caccia di una vittoria per mettere pressione alla capolista Rari Nantes Salerno, ospite di lusso della squadra casa al presidente Damiani.
Una squadra tosta, tonica e senza dubbio forte, sulla "breccia" già da qualche anno per raggiungere la categoria dei nobili. Lo scorso anno sfiorò la promozione, maledicendo ancora oggi una "sciagurata" gara 2 contro i liguri del Quinto. Oggi viaggia in solitaria con un buon margine di punti proprio davanti la squadra pontina. Sarà dunque un testa a testa tra la prima e la seconda: la sfida nella sfida dove il risultato, però, sarà molto più importante per il team di Mirarchi che per i campani. Questo in virtù del fatto che le competitor per accedere ai playoff (Telimar Palermo, Pescara, Messina, Roma Vis Nova) sono tutte lì ad una manciata di punti dalla Latina Pallanuoto che, qualora non prendesse punti, rischierebbe di essere nuovamente risucchiata in una mischia furibonda. In acqua i goleador più importanti del campionato: il croato Antun Goreta nelle file nerazzurre e l'italianissimo Michele Luongo in quelle campane. Si stanno contendendo a suon di gol la leadership della classifica marcatori del torneo. Oggi al comando Goreta con 45 reti ed a seguire Luongo con 42 (con una partita in meno giocata). E' anche la sfida dei numeri tra due delle migliori formazioni del torneo. Latina Pallanuoto con 178 reti segnate (con una media di 11,12 reti a partita), miglior attacco (Il Salerno ne ha segnate 148). RN Salerno con sole 93 reti subite (media 5,81 reti subite a partita), miglior difesa (Latina Pallanuoto ne ha subite 122). Tra le due, in differenza reti prevalgono i pontini con il minimo scarto con un +56 rispetto al +55 dei campani. La RN Salerno ha fino ad oggi mostrato muscoli, testa e forza per meritare la prima posizione: una squadra completa in ogni reparto, in un periodo di forma perennemente brillante. Mirarchi è consapevole della grande difficoltà della gara ma come di consueto, paventa moderata fiducia riservando alla sola vasca il responso finale. In settimana la squadra ha lavorato sodo e in maniera mirata. Formazione dunque che dovrebbe essere la stessa della precedente partita.