Latina-Capo D'Orlando 93-96 (23-31; 19-21; 23-21; 28-23)
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Lawrence 23, Carlson 16, Tavernelli, Cassese 2, Fabi 28, Baldassarre 6, Martini, Nulli ne, Allodi 6, Jovovic ne, Cucci 12. Coach: Gramenzi.
Benfapp Capo d'Orlando: Bruttini 14, Lagana, Parks 27, Mobio 7, Murabito, Mei, Triche 38, Bellan 4, Neri, Lucarelli 6. Coach Sodini.
Arbitri: Beneduce di Caserta, Radaelli di Rho (MI), Gonella di Genova.
Terza sconfitta consecutiva per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket che ieri sera, nonostante il gran cuore, ha dovuto cedere nel finale a Capo d'Orlando. Una battuta d'arresto che complica i piani play off dei nerazzurri, nonostante la sconfitta di Agrigento.
La partita - Si parte subito in velocità con un canestro per parte, Parks per Capo, Fabi per Latina (2-2 al 1'). Ritmo molto alto e grande fisicità in campo (11-13 al 3'). La Benacquista riagguanta la parità con Lawrence (13-13) e passa in vantaggio con i due liberi firmati da Carlson (15-13 al 4'). Si gioca sul filo dell'equilibrio (17-15 al 5'). Allodi commette il suo secondo fallo e viene richiamato in panchina insieme a Carlson, sul parquet entrano Cucci e Baldassarre. L'Orlandina realizza 4 punti consecutivi e rimette la testa avanti (17-19 al 6'). Latina non rimane a guardare e riconquista la parità con Baldassarre (19-19 al 7'). Grande energia da parte di entrambe le squadre, ma gli ospiti riescono a mettere a segno un break di 6-0 ed è time-out per la panchina nerazzurra (19-25 all'8'). Al rientro sul parquet la Benacquista prova a schierare Martini e Cassese al posto di Tavernelli e Lawrence, ma è ancora Capo d'Orlando a trovare la via del canestro (19-27). Risponde proprio Cassese dalla lunetta con i due liberi che valgono il -6 (21-27 al 9'). Latina prova a rimanere in scia (23-29) ma il canestro a fil di sirena di Parks fissa il primo quarto sul 23-31 in favore degli ospiti.
In avvio di seconda frazione Baldassarre riduce il divario dalla lunetta (25-31) poi è Carlson a portare i nerazzurri sul -4 (27-34 all'11'). La Benacquista è sfortunata su alcune conclusioni, ne approfitta la formazione siciliana per incrementare il proprio vantaggio (34-42 al 15'). I pontini faticano, i siciliani allungano sul +10 con Parks preciso dalla lunetta (34-44 al 16'). Il canestro di Lucarelli, che vale il +12 ospite (34-46 con 3:42" da giocare) costringe coach Gramenzi al secondo time-out. Al rientro sul rettangolo di gioco l'inerzia è ancora per l'Orlandina (36-48 al 18'). Time-out per coach Sodini con 2:09" sul cronometro. Il gioco riprende e Lawrence firma la tripla che riporta la Benacquista sotto la doppia cifra di svantaggio (39-48). Secondo time-out consecutivo per la panchina ospite con 1:16" da giocare. Alla ripresa della gara c'è un nuovo guizzo dell'Orlandina che con 4 punti in fila si porta sul 39-52. Reazione di orgoglio della Benacquista che a 1" dalla sirena realizza un bel gioco da tre punti con Agustin Fabi e va al riposo lungo sotto di 10 lunghezze (42-52).
Al rientro dagli spogliatoi, Latina è carica. Andrew Lawrence mette a segno 5 punti consecutivi (47-52 dopo soli 40"). Capo d'Orlando, di contro, si affida alla buona mano di Triche dall'arco (52-60) ma Latina trova punti preziosi con Valerio Cucci, portandosi sul -5 (55-60) seppur l'Orlandina risponda colpo su colpo (57-66 al 24'). La Benacquista cerca di reagire all'intensità di Capo, ma i siciliani trovano soluzioni preziose (60-73 al 28'). Ci sono 42" sul cronometro quando Fabi realizza la tripla del 63-73. A 16" dalla sirena viene sanzionato fallo tecnico a Triche per proteste, ma Lawrence non concretizza dalla lunetta. È lo stesso Lawrence, però, a realizzare a fil di sirena il canestro che vale il -8 e chiude la terza frazione sul 65-73.
In avvio di ultimo periodo è la squadra ospite la prima a trovare la via del canestro, ma poi la Benacquista con un buon gioco di squadra riesce a ritornare a 8 lunghezze di distanza con i canestri di Allodi e Lawrence (71-79 al 33'). Triche è una garanzia dai 6.75 per i siciliani (71-82) che riescono a trovare buone soluzioni anche con Bellan e al 34', sul punteggio di 71-84, coach Gramenzi chiama time-out. Alla ripresa del gioco i pontini sono sfortunati nelle conclusioni sia dal pitturato, che dall'arco, poi è Fabi a ritrovare la via del canestro per la Benacquista (73-84) e Lawrence a ridurre ulteriormente le distanze (75-84 con 4:27" da giocare). Time-out per coach Sodini. Al rientro sul parquet Mike Carlson firma la tripla del -6 nerazzurro (78-84). Parks su un lato, Cucci sull'altro (80-86 al 37'). Con 1:58" sul cronometro Capo d'Orlando esaurisce il bonus, ma Cucci in lunetta concretizza un solo libero 81-86. A 1:29" dal termine del match anche Latina esaurisce il bonus e Bruttini, sul fallo subito da Tavernelli, fa un viaggio in lunetta, dove concretizza entrambi i liberi (81-88). Il cronometro dice 1:08" al termine e coach Gramenzi chiama l'ultimo time-out a disposizione. Il gioco riprende e Fabi firma i due punti dell'83-88, Triche concretizza i due liberi del fallo subito da Tavernelli a 50". Ancora Fabi per la Benacquista (85-89 a 45"), nuovamente liberi per l'Orlandina (85-91 a 43"). Carlson mette a segno la tripla del -3 (88-91 a 28"). Parks in lunetta concretizza per l'88-93 a 23". Ancora dai 6.75, stavolta è Agustin Fabi a 18" (91-93). Tiri liberi per Triche che ne mette a segno uno solo (91-94 a 13"). Anche l'Orlandina commette fallo ed è Fabi ad andare in lunetta con 12" sul cronometro (93-94). Time-out per la panchina ospite. Al rientro fallo sistematico, Triche in lunetta (93-96 con 10"). Ci sono 3" da giocare quando viene fischiata palla contesa che premia la formazione siciliana e la gara termina con il successo dell'Orlandina ai danni di una Benacquista mai doma e che ha lottato con tutte le proprie forze fino all'ultimo secondo.