Ennesimo successo di pubblico per la Pedagnalonga, l'evento di primavera che si svolge a Borgo Hermada da 46 anni. Sono stati oltre seimila i partecipanti alla manifestazione che ha raccolto partecipanti da tutto il centro Italia che hanno pacificamente invaso e colorato il Borgo alle porte di Terracina, bissando i numeri della passata edizione. Circa un migliaio i podisti che hanno preso parte alle due gare: quella da 21 km, quest'anno valida anche come Campionato Nazionale Uisp di mezza maratona, e quella da 10 km, mentre il resto dei partecipanti hanno preso parte alla storica passeggiata enogastronomica nata negli anni settanta con le domeniche d'austerity e ora diventata un vero e proprio fenomeno di massa. Una piccola parentesi di pioggia, tra le 10.30 e le 11.30 che ha creato un po' di apprensione poi è tornato il sole. «Siamo felicissimi per come sono andate le cose, ci siamo ormai attestati su numeri enormi e impensabili per il nostro Borgo almeno fino a qualche anno fa, negli ultimi anni la Pedagnalonga ha varcato i confini del nostro territorio e devo dire che il riscontro è stato positivo - ha spiegato Pasqualino Sicignano, uno degli organizzatori insieme ad Albino Marostica - mentre lo scorso anno i biglietti per la passeggiata sono finiti un giorno prima, in questa edizione sono stati polverizzati con due giorni d'anticipo: ci dispiace per chi è rimasto fuori ma abbiamo dei limiti che per ora ci impongono di non poter aumentare la disponibilità, però allo stesso tempo siamo orgogliosi perché questa corsa al tagliando testimonia l'enorme lavoro che stiamo facendo grazie a tutti i volontari e anche a livello comunicativo, cosa che sta permettendo alla nostra manifestazione di essere diventata ormai un fenomeno di costume che rappresenta il territorio». La Pedagnalonga, che ha anche il patrocinio del Comune di Terracina, della Provincia, del Consiglio Regionale del Lazio e del Consorzio di Bonifica dell'Agro Pontino, ha anche il patrocinio dell'Earth Day Italia e due ristori hanno per la prima volta utilizzato vettovaglie compostabili con l'obiettivo degli organizzatori di ridurre al massimo la plastica monouso nel giro di pochi anni.
Per la cronaca la gara podistica di 21 km è stata vinta da Francesco Tescione (Podistica Aprilia) in un'ora 13' 05" davanti a Davide Di Folco (Polisportiva Ciociara Antonio Fava) e Alfonso Marcoccio (Atletica Arce), mentre tra le donne ha trionfato Maria Casciotti (Podistica Solidarietà Roma) con il tempo di un'ora 22' 34" che ha preceduto Patrizia Capasso (Nuova Atletica Cisterna) e Franca Fiacconi, icona dell'atletica leggera italiana e unica donna italiana capace di vincere la maratona di New York che s'è piazzata al terzo posto. Tra le società quella più numerosa è stata il Centro Fitness Montello. Nella prova dei 10 km ha trionfato Fabio Lupinetti (Atletica Città dei Papi Anagni) mentre tra le donne primato per Pamela Gabrielli (Go Running).