Latina Basket-Montegranaro 86-83 (21-24; 16-23; 23-21; )
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Lawrence, Carlson, Hajrovic, Tavernelli, Cassese, Fabi, Baldassarre, Martini, Allodi, Jovovic, Cucci, Ambrosin. Coach Gramenzi,
XL Extralight Ontegranaro: Treier, Testa, Mastellari , Simmons , Palermo, Petrovic, Negri , Corbett, Amoroso, Traini. Coach Pancotto,
Arbitri: Materdomini di Grottaglie (Ta), Saraceni di Zola Predosa (Bo), Bartolomeo di Cellino San Marco (Br).
La Benacquista Assicurazioni Latina Basket vola a gara-5 al termine di una serata da antologia, con il PalaBianchini ribollente, come negli anni storici della "palla a spicchi", di passione. Un quarto periodo da sogno (26-15) regala ai nerazzuri un sogno, quello di giocarsi la "bella" mercoledì al "PalaSavelli" di Porto San Giorgio: 86-83 il finale. L'ultimo quarto, però, era la perfezione fatta a uomo in pantaloncini. Con la mente in panchina, e che mente, a dettare condizioni ottimali. Carlson e Lawrence salgono in cattedra e la musica cambia. Il PalaBianchini capisce, il popolo del basket ancor di più. La "formichina" Latina porta briciole nella tana. Una, due, tre. Va avanti e non cade più, trovando modo e tempo per fare impazzire di gioia un catino mai così caldo, nemmeno ai tempi dei derby storici. Il miracolo si concretizza intorno alle 20.40. Perché Latina dimostra di sapere difendere e di essere lucida nel farlo. Anche quando un maestoso Amoroso gli mette paura dalla lunga distanza. I conti, però, vanno fatti al suono della sirena, e poco dopo con Tavernelli a giocare palla dal fondo, il suono è il più bello di sempre: 86-83 e appuntamento a mercoledì alle 21. Affinchè il sogno continui.