Il maltempo non ha ostacolato domenica a San Felice Circeo lo svolgimento della seconda edizione della "Circeo Run – Trofeo Christian Rotta", nuova tappa del Grande Slam Uisp.
Nonostante pioggia e vento abbattutisi su piazzale Cresci al momento dello start, oltre 600 atleti hanno preso parte alla competitiva di dieci chilometri organizzata dalla Nuova Podistica Latina. I primi ad arrivare al traguardo di piazzale Cresci sono stati Francesco Tescione della Podistica Aprilia (tempo 33'16'' ), Davide Di Folco della Polisportiva Antonio Fava e Antonio Giulio Ruggiero dei Runners Chieti.
Tra le donne ha trionfato la solita Maria Casciotti della Podistica Solidarietà (tempo 37'24''), davanti a Anna Quagliaro dell'Atletica Sabaudia e a Svitlana Pashkevych, compagna di squadra della vincitrice.
Tra le svariate società che si sono presentate ai nastri di partenza si è distinta l'Atletica Sabaudia, presente con 80 podisti, seguita dal Centro Fitness Montello e dal Running Club Latina. Menzione a parte per la Nuova Podistica Latina, arrivata ad autoescludersi dal terzo posto in graduatoria per una sorta di "dovere di ospitalità".
LE INIZIATIVE
DI CONTORNO
Da citare anche il folto numero di partecipanti alla camminata ludico motoria promossa dal Gap, inserita nel circuito nazionale di Fitwalking, e la coraggiosa esibizione della Mini Circeo Run: decine di bambini dai 6 ai 13 anni hanno sfidato la pioggia per misurarsi lungo un tratto di 700 metri, poco prima della partenza dei "grandi". L'evento è stato anche caratterizzato da una serie di visite guidate e proposte culturali inserite nel progetto "Mare di Circe", ideato per celebrare il riconoscimento attribuito a San Felice Circeo di "Città della Cultura della Regione Lazio" del 2019. Un'altra novità è stata rappresentata dal binomio con l'Airc: per celebrare la Festa della Mamma è stata consegnata l'Azalea della Ricerca a tutte le donne premiate.
APPLAUSI
PER CALCATERRA
E FAVA
Alla fine autentica ovazione per i due ospiti d'onore presenti in gara: il campione del mondo di ultramaratona Giorgio Calcaterra (settimo assoluto e primo nella categoria F45) e l'ex mezzofondista e primatista italiano Franco Fava. Sul palco con loro per le premiazioni, oltre ai rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, anche Gianni Rotta, papà del compianto Christian, commosso dalla risposta dei podisti per un evento ideato per ricordare un atleta scomparso prematuramente, molto legato al territorio del Circeo.