Prosegue a ritmo serrato l'organizzazione per l'accoglienza della V tappa del Giro d'Italia a Terracina. In questi minuti il "quartier tappa" allestito nei locali del liceo "Da Vinci" viene passato al setaccio dalle unità cinofile della polizia di Stato, controlli ampiamente pianificati e previsti nell'ambito delle grandi manifestazioni. La polizia sta usando i Labrador, cane dotato di grande fiuto e grande presa, ma considerato più "friendly" e rassicurante tra la folla. Tutto procede, insomma, in ordine nonostante la pioggerellina non accenni a diminuire. La città ad ogni modo non si è scoraggiata. Mamme con bambini, con ombrelli possibilmente rosa, palloncini allestiti lungo i parapetti e fuori dagli stabilimenti balneari, balconi decorati, la giornata è di festa e l'atmosfera resta quella delle grandi occasioni. Alle 14 partirà il blocco totale del transito nelle zone interessate al circuito e più in generale sarà inibito quanto più possibile lo spostamento in automobile. Per raggiungere la città, tre navette messe a disposizione dal Cotri.