Ha assistito alla commissione in silenzio, anche se in diverse circostanze alcune frasi, alcune ricostruzioni poco attendibili lo hanno fatto sobbalzare dalla sedia. Parliamo del presidente della Giò Volley, Claudio Malfatti, che insieme ad alcuni componenti dello staff ha seguito tutti i lavori dell'assise. L'esito della seduta ha però deluso il massimo dirigente. «Esco da questa commissione - commenta Malfatti - con la certezza di non aver trovato la soluzione al problema. Rimangono aperti ancora troppi tavoli, senza avere una progettualità idonea per rispondere nei tempi e nei modi adeguati alle esigenze delle società sportive. È stato proposto anche il temporaneo utilizzo di impianti presenti a Cisterna ma, ripeto, è una scelta rischiosa sia dal punto di vista tecnico che logistico». Tuttavia il presidente della Giò Volley spiega di voler continuare a confrontarsi con il Comune. «Saremmo disponibili – conclude – a continuare il dialogo con l'amministrazione per lo sviluppo futuro degli impianti necessari alla disputa di campionati di alto livello. Attendiamo dunque gli inviti formali dagli uffici competenti».