Latina Pallanuoto-Cesport Napoli 9-10 (2-2; 3-1; 2-1; 2-6)
Latina Pallanuoto: Meccariello, De Bonis, Goreta (3), Gianni (1), Falco (1), Castello, Barberini, F. Lapenna (3), Priori, Di Rocco (1), Giugliano, Marini. All. Mirarchi.
Cesport Napoli: Turriello, Buonocore, Di Costanzo (1), Parrella, Iodice, Cerchiara (4), Simonetti (1), Corcione (1), Saviano (1), Cozzuto, Parrella P 2), D'Antonio, Bousche'. All. Iacovelli.
Arbitri: D'Antoni e Fusco.
Ultima di campionato della stagione regolare con la Latina Pallanuoto che esce sconfitta dalla propria piscina di Anzio per mano della Cesport Napoli, ma rimane in terza posizione grazie al concomitante pareggio del Pescara a Catania. Il team di Mirarchi ha cercato la vittoria, forse non con la giusta cattiveria agonistica crollando in uno sciagurato quarto tempo. Difatti dopo un primo quarto in equilibrio, con i pontini però a rincorrere grazie alle reti dei soliti Lapenna e Goreta, i tempi mediani della partita sono nerazzurri, e l'impressione è quella di una gara indirizzata alla vittoria casalinga. L'ultimo quarto inizia con il risultato di 7-4 in favore dei padroni di casa. L'impressione sulla gara però cambia repentinamente e, come è accaduto a Messina solo qualche settimana fa, il crollo verticale della squadra nell'ultimo tempo, stavolta contro una compagine ben motivata per raggiungere il proprio obiettivo (salvezza diretta), poi vanificato dalla concomitante vittoria dell'Arechi a Palermo. A consuntivo un catastrofico ultimo quarto vanifica quanto di buono fatto vedere nell'arco della partita.