Latina Pallanuoto-Torino 13-5 (1-1; 4-1; 4-0; 4-2; )
Latina Pallanuoto: G. Cappuccio, A. Tulli 1, G. De Bonis, A. Goreta 4, G. Gianni 1, A. Falco 1, A. Castello 1, G. Barberini 2, F. Lapenna 1, D. Priori 1, L. Di Rocco, M. Giugliano 1, L. Marini. All. Mirarchi
Reale Mutua Torino 81 Iren: M. Aldi, Eiraudo, A. Cialdella, E. Azzi, A. Maffe' 1, S. Oggero, C. Brancatello 1, I. Vuksanovic 1, E. Capobianco, G. Loiacono, V. Audiberti 2, F. Gattarossa, G. Costantini. All. Aversa
Arbitri: L. Bianco e Zedda.
Commissario: Tenenti
Note: Uscito per limite di falli Priori (L) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Latina 0/7 + un rigore e Torino 3/11. Spettatori 150 circa.
Monologo nerazzurro in gara 2 di semifinale play off per la promozione in A1. Latina Pallanuoto sugli scudi, Torino a casa con le ossa rotte. C'è stata partita soltanto nel primo periodo di gioco. Dall'1-2, i nerazzurri hanno cambiato fisionomia all'incontro, giocando la loro più bella pallanuoto, finendo con il sommergere di reti i piemontesi: 13-5 il finale che la dice tutta sulla differenza di valori in acqua.
La cronaca - Primi minuti di studio tra le due formazioni, poi erano i padroni di casa, al 4' e 04", ad aprire le danze con il solito Goreta, bravo a realizzare il vantaggio per la Latina Pallanuoto. Passavano soltanto ventisette secondi e Vuksanovic realizzava il pareggio per la formazione piemontese. Il risultato di 1-1 restava invariato sino al termine del primo periodo di gioco. All'inizio del secondo, dopo 55", ecco l'acuto di Audiberti in superiorità numerica. La rete scuoteva i padroni di casa che cominciavano a giocare la loro migliore pallanuoto.
Fatto sta che nel giro di due minuti e mezzo i nerazzurri di Mirarchi andavano a segno quattro volte con Goreta, Gianni, Lapenna e Priori.
Da quel momento in poi, la partita si rivelava una sorta di gioco al massacro, una gara a senso unico, perché nella piscina comunale di Anzio c'era una sola squadra in vasca: la Latina Pallanuoto. Il parziale di 8-0 si concretizzava, successivamente, con altre quattro reti: Falco, Castello, Goreta e Giugliano. Torino provava a rimettere insieme i cocci, ma la rete di Brancatello in chiusura di terzo periodo così come quella di Audiberti al 3' e 31" dell'ultimo tempo, era poca cosa di fronte allo strapotere del "settebello" nerazzurro.
La Latina Pallanuoto, infatti, trovava modo e tempo per andare in rete altre quattro volte, trasformando il match in una sorta di monologo, con gli oltre duecento spettatori presenti a inneggiare alla squadra di Mirarchi: Tulli, Goretta e un doppio Barberini, fissavano il punteggio finale sul 13-5 promuovendo, di fatto, Latina pallanuoto in finale per la promozione in A1. Un traguardo che tutti volevano e che da ieri è realtà.