E' iniziata sotto i migliori auspici, sui campi in terra rossa del Tennis Club Latina, l'edizione numero 39 dell'Eighteen Games, il classico torneo a squadre di inizio estate. Nella prima serata di lunedì, nell' Amatoriale, brilla il team di De Pascalis che travolge il "Team Chiesuola". Vince "Musso 2.0" su "Sat 1987" e"Infissi Kor&ko" su "W8nderful". Nel misto, partenza sprint per "Minnie e Topolino". C'è sempre un elemento di discontinuità che rende l'alba di un nuovo Eighteen Games diversa da quella precedente. E' solo con l'innovazione che si può infatti mantenere intatta la tradizione. Il fattore originale dell'estate di questa ormai quarantennale kermesse, per quel che si è visto nella prima giornata, riguarda la spettacolarità dei completini: eleganti, raffinati, curati nei dettagli. A tal punto da generare una legittima perplessità ad uno spettatore fuori provincia incuriosito dalla movimentata atmosfera del Tennis Club Latina. Il soggetto in questione infatti non trovava nessuna logica correlazione tra la qualità estetica dei completi mostrati dagli atleti terraioli e quella intrinsecamente connessa al loro "casareccio" modo di giocare a tennis. "Nessuna sorpresa" gli abbiamo prontamente risposto. Questo è l'Eighteen Games".