Ormai siamo molto vicini allo start up, previsto per domenica prossima 7 luglio. Swimming Paradise, un piccolo grande sogno che sta diventando realtà. L'organmizzazione sta affinando gli ultimi dettagli ma la prima edizione di questa meravigliosa traversata di nuoto rimarrà nel cuore di tutti i partecipanti. La Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Gaeta ha dato il proprio definitivo benestare con Ordinanza n.29 del 20.06.2019 a firma del Comandante uscente dr. Andrea Vaiardi. Seguiranno l'evento le unità navale di appoggio sia della Guardia Costiera che della Guardia di Finanza oltre ovviamente i natanti a supporto dell'organizzazione coordinati da Sasà Sciolto e Luciano Vietri e la "flotta" di 15 sup coordinati dall'ex campione italiani Mauro Alicandro. Lo staff organizzativo inoltre nella figura di Massimo Tasselli concederà l'opportunità, a chi raggiungerà Gaeta il giorno prima, di far visita nel pomeriggio del sabato alla nave goletta Palinuro, la stupenda nave scuola della Marina Militare Italiana (solitamente impiegata a favore degli allievi sottufficiali, di qualsiasi categoria e specialità), ormeggiata a Gaeta in questi giorni. Insomma sale l'attesa ma sale anche l'attenzione sia dei "fortunati" (perché quest'anno si è optato per un numero chiuso) partecipanti sia degli addetti ai lavori ed in generale dell'intera comunità gaetana. 110 i partecipanti di variegate età, di cui 39 donne e 71 uomini. Ognuno sfiderà se stesso per raggiungere la spiaggia di Serapo Gaeta (partendo dalla meravigliosa p,ta Stendardo) nel miglior tempo possibile. La location è la splendida cornice del Golfo di Gaeta, in uno dei tratti di mare più belli del Tirreno. La suggestiva traversata di nuoto si sviluppa proprio lungo la costa rocciosa in cui si incastona il complesso della "Montagna spaccata" nel contesto della profonda fenditura della roccia, che, secondo la tradizione cristiana, si sarebbe formata alla morte di Cristo. Il percorso individuato per la manifestazione è all'interno del Parco Regionale Riviera d'Ulisse (area protetta dal 1986). Roberto De Gennaro, uno degli ideatori dell'evento: "A pochi giorni dalla manifestazione inizia a salire la tensione, perché le aspettative di per questa nuotata in openwater sono alte. Questo sprona tutti noi a non tralasciare nulla, pensando ad ogni piccolo dettaglio. Spesso sono proprio le finiture a corollario a far la differenza. Ho tanto entusiasmo che condivido con persone che ne hanno altrettano. Ancora un plauso al Comune di Gaeta che ha raccolto la nostra idea mettendoci nelle migliori condizioni per poterla attuare. Grazie davvero al Sindaco Cosmo Mitrano ed all'Assessore allo sport Gigi Ridolfi. Un in bocca al lupo a tutti i partecipanti, dalla più piccola quindicenne ai più adulti settantatreenni".